Carpaccio di manzo

Carpaccio di chianina

L’altro giorno ho trovato nella mia cassetta postale tante ricette toscane che arrivano direttamente da una nota macelleria grevigiana.

Non poteva non mancare la ricetta del carpaccio di chianina. In realtà si può fare anche con altri tipi di carne rossa, infatti, il mio macellaio non avendo la chianina me la ha preparata con il vitellone. Certo, non è la stessa cosa, ma non avendo alternativa mi sono dovuta accontentare.

La ricetta del carpaccio nasce a Venezia, dove Giuseppe Cipriani sapendo che la contessa Mocenigo non poteva mangiare la carne cotta, le preparò un piatto di carne cruda.
Il nome del piatto venne dato in onore del pittore Vittore Carpaccio, in quanto il colore della carne cruda ricordava a Cipriani i colori intensi dei quadri di questo pittore, che in quel periodo esponeva a Venezia.

Carpaccio di chianina
Ingredienti per 2 persone:
  • Carpaccio di chianina: 300 g. circa
  • Olio extravergine di oliva, pepe nero da macinare, sale fino
  • Limone: 1/2
  • Parmigiano reggiano
  • Rucola

Cosa altro mi serve:

  • Spremiagrumi
  • Grattugia

Cosa devo fare:

  • Metto le fettine di carne su un piatto e le condisco con olio, sale, pepe e il succo di mezzo limone (che ottengo con lo spremiagrumi)
  • Aggiungo le scaglie di parmigiano (che faccio con la grattugia) e le foglie di rucola. Aggiungo un filo di olio.
  • Dopo un riposo di 15 minuti, il piatto è pronto!

Carpaccio