Storia

La passione per i dolci l’ho sempre avuta, quella del salato è venuta dopo, per necessità. Per necessità di mangiar bene e di invitare gli amici a cena.

CORSO DI CUCINA CLASSICA

Ed è così che un giorno mi iscrissi a un corso di cucina intensivo sulle basi della cucina italiana. E’ stato un corso che ha rivoluzionato il modo di vedere la cucina. Tutto a un certo punto è diventato semplice e chiaro. E così ho iniziato a cucinare, a cercare ricette classiche e non, e a sperimentare.

Proprio vero: le cose migliori avvengono per caso.

Per caso un giorno andai un mini-corso da food-blogger, e così trasformai il mio libretto delle ricette (elettronico) in un blog di ricette.

Ricette Cuore Logo

Il mio blog si chiama Ricette del Cuore, il logo è bellissimo, devi vederlo: ha i colori dell’Italia, ed è un cuore a forma di fragola. Con un cerchio intorno con il nome del blog.

Si perché cercavo qualcosa che assomigliasse a un timbro, e che ricordasse la cucina.

Ero indecisa fra la fragola e il ravanello, ma alla fine ha prevalso la fragola.

Disegno Ricette del Cuore

Questa fragola purtroppo non veniva bene, finché non ho chiesto a Martina, super designer di soli 10 anni, che senza saperlo mi ha disegnato una fragola con il ciuffo del ravanello! Geniale! E da lì è nato il logo.

facebook twitter instagram pinterest google+

Poi, visto che la mia pagina internet era una goccia d’acqua nell’oceano, ho iniziato a creare il profilo del blog sui social network (io, proprio io, che non condividevo niente nel mondo social!)

Beep Cia-Ciack

Ho iniziato a capire come funziona una macchina fotografica e alla fine disperata, perché le foto in casa venivano tutte gialle, ho comprato un bel flash, ossia una lampada montata in cima a una specie di treppiede, che quando scatto una foto fa: Cia-Ciack!

Oramai la sala è diventata uno studio fotografico, e non faccio altro che pensare a cosa cucinare, a dove andare a fare la spesa, quale corso seguire, dove andare a cena …

E io sono contenta.
Essere food-blogger, è anche questo.

Chiara
chiara