Pasta cacio e pepe

Pasta cacio e pepe

Leggi il disclaimer della categoria Ricette del cuore ♥♥♥

Oggi avevo proprio voglia di pasta, ma al tempo stesso avevo il frigo quasi vuoto!
C’era giusto un bel pezzo di pecorino stagionato, e visto che il pepe in casa non manca mai, e nemmeno la pasta, ho deciso di preparare la pasta al cacio e pepe.
In questo caso il segreto per una buona riuscita è avere del formaggio saporito, e del buon pepe che sarebbe meglio macinare all’istante.

La curiosità: il pecorino romano è un pecorino che viene prodotto per il 90% in Sardegna, e per la restante parte nel Lazio e in Toscana (a Roma infatti le pecore scarseggiano!). Viene detto “romano” perché una volta faceva parte della razione quotidiana che veniva data ai legionari romani.

La leggenda: questo piatto, tipicamente laziale, nasce dalle tradizioni degli allevatori di bestiame che avendo bisogno di cibi a lunga conservazione usavano formaggi stagionati e pasta secca.

Pasta cacio e pepe
Ingredienti per 2 persone:
  • Pasta (spaghetti o rigatoni): 200 g.
  • Pecorino stagionato: 100 g.
  • Pepe nero

Cosa altro mi serve:

  • Pentola per cuocere la pasta
  • Recipiente
  • Grattugia per il formaggio
  • Mortaio per macinare il pepe (in alternativa il macinapepe)

Cosa devo fare:

  • Mentre cuocio la pasta (rigorosamente al dente), gratto il formaggio nel recipiente e ci aggiungo il pepe macinato con il mortaio (abbondante)
  • Scolo la pasta al dente (tirandola su dalla pentola con le pinze, o con il raccoglitore del fritto, o con la schiumarola), e la unisco al formaggio girando bene. Se appare troppo asciutta, aggiungo un po’ del liquido di cottura

Attenzione al sale: mettete poco sale nell’acqua di cottura della pasta (il pecorino è già salato)!
Se non avete il pecorino: potete usare del parmigiano reggiano di almeno 24 mesi. Non é la stessa cosa, ma è comunque un buon piatto.
Pasta cacio e pepe